TREKKING CON I BAMBINI LUNGO IL SENTIERO DELLE ESPRESSIONI IN VAL D'INTELVI

TREKKING CON I BAMBINI LUNGO IL SENTIERO DELLE ESPRESSIONI IN VAL D'INTELVI

Torniamo con molto piacere sulle montagne vicino casa, a solo un’ora di macchina, ci addentriamo nel meraviglioso paesaggio della VAL D’INTELVI. Spesso vi ho raccontato del RIFUGIO PRABELLO, sotto il SASSO GORDONA, facilmente raggiungibile da PIAN DELLE ALPI, oppure se siete appassionati come noi di E-MTB o MTB, dal Monte Bisbino lungo la via dei Monti Lariani (che purtroppo non sono ancora riuscita a raccontarvi, ma arriverò anche a quello).

Anche oggi ammiriamo il SASSO GORDONA e non solo, da un’altra meravigliosa angolazione, dove abbiamo potuto ammirare un panorama davvero straordinario.

Oggi la nostra curiosità e voglia di scoperta ci porta lungo il meraviglioso SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, di sicuro molti di voi lo conosceranno, noi abbiamo avuto occasione di ammirare l’ultima parte, la più giovane, questa primavera, una bella pedalata dal Monte Bisbino, fino al rifugio Prabello, passando per la Colma di Binate, in quest’ultimo tratto, nel 2018 sono state create le ultime opere ispirate alla prima guerra mondiale “SULLE ORME DELLA GRANDE GUERRA”, posizionate poco sotto alla Colma di Binate in località Crocetta lungo la mulattiera che raggiunge il rifugio Prabello sotto il Sasso Gordona. Vere e proprie opere d’arte che raffigurano al meglio i momenti drammatici di quel periodo.

Il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, è stato inaugurato nel 2014, grazie alla collaborazione di 3 realtà: ERSAF(ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste), COMUNE DI SCHIGNANO e l’associazione culturale LA M.A.SCH.E.R.A.

Insieme, hanno dato vita a questo progetto, creando qualcosa di unico, il cammino all’interno del bosco viene piacevolmente allietato dall’incontro di questi capolavori intagliati nel legno, passo dopo passo la curiosità cresce, l’occhio diventa vigile e attento a non perdere nemmeno una statua.

Di seguito potete trovare maggiori informazioni sulle attività e gli eventi dell’associazione culturale “LA M.A.SCH.E.R.A.“: http://www.lamascheraschignano.it/ e sicuramente da segnare in agenda è il CARNEVALE DI SCHIGNANO, un evento folcloristico assolutamente da non perdere, per conoscere storia e tradizioni legate a questo territorio: http://carnevaledischignano.it/

Dopo questa piccola presentazione, iniziamo a raccontare del nostro itinerario, premetto che non abbiamo compiuto il giro completo, il nostro itinerario si è arrestato nei pressi dell’agriturismo “LA PRATOLINA” dove il richiamo dei campanacci delle mucche e delle caprette a vinto sulla voglia di camminare, ah..ah..ah..ah.. ma con i bambini è così, mai programmare, è una lezione che ad oggi non ho ancora imparato!!!

Il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, si trova in VALLE D’INTELVI, posta a ridosso del LAGO DI COMO al confine con la svizzera. Seguendo la strada statale REGINA (SS 34), raggiunto il paese di ARGEGNO, si trovano le indicazioni per raggiungere la Valle d’Intelvi.

Però in questo caso, poco prima di entrare in Argegno, sulla sinistra troviamo una strada con le indicazioni per SCHIGNANO, noi prendiamo questa, più breve per raggiungere il punto di partenza.

Una volta entrati in Schignano, proseguiamo lungo la strada in direzione POSA, frazione di Schignano, dove parte il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, non sarà difficile raggiungere la località, ben segnata con cartelli indicativi gialli (SENTIERO DELLE ESPRESSIONI) dal paese di Schignano.

Giunti in prossimità della partenza dell’itinerario (fraz. Posa 850 m s.l.m.), troviamo parcheggio poco più avanti a bordo strada. Infilati gli scarponi e giacche, ormai il caldo è un lontano ricordo e qui brina e ghiaccio, ci danno un fresco buongiorno.

Percorriamo a ritroso la strada fino al punto di partenza dell’itinerario, tra vecchi fienili, troviamo i cartelli con le indicazioni: uno marrone con scritto “SENTIERO DELLE ESPRESSIONI” con il simbolo che contraddistingue questo sentiero da seguire e un classico cartello sentieristico con indicanti “ALPE NAVA 0.20 – ALPE COMANA 0.45 – SENTIERO DELLE ESPRESSIONI” .

Ci troviamo a 850 m s.l.m. e dalla frazione POSA inizia la salita verso il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI.

Il sentiero largo,  inizia subito in salita, si addentra in un bellissimo bosco dai colori autunnali fino a portarci all’ALPE NAVA a 950 m s.l.m. seguendo i simboli che caratterizzano il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, in circa 30 minuti.

Da questo primo alpeggio, si da il via al SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, qua troviamo anche dei pannelli illustrativi, dove forniscono notizie sull’ALPE NAVA e una mappa con il tracciato da seguire, con il nome di tutte le statue che si incontreranno lungo il cammino.

Ecco che il “GNOMO PACIO” ci da il benvenuto e da il via alla scoperta di questo entusiasmante percorso, potete immaginare la curiosità della piccola di casa, uno stimolo per la fantasia e soprattutto un valido aiuto per incentivare la voglia a camminare. Proseguiamo il cammino e subito dopo troviamo una scultura raffigurante una pannocchia di MAIS, da qui prende il nome la scultura in legno. Proseguiamo il cammino lungo un viale alberato e poco più avanti, la vista inizia ad aprirsi verso il Sasso Gordona, fino alla vicina Svizzera, il panorama che si presenta davanti agli occhi è semplicemente straordinario, le sfumature dell’autunno, la prima spruzzata di neve sulle cime, un bellissimo cielo azzurro e i raggi del sole ad illuminare questa meravigliosa opera creata dalla natura.

Ammiriamo il panorama da un punto di vista particolare, osservando quello che vede la scultura “GORDONA“, una posizione davvero privilegiata e anche noi ci sentiamo fortunati di poter ammirare questo bellissimo paesaggio.

Proseguiamo il cammino sempre in salita, si susseguono una serie di statue una più bella dell’altra, “L’ORA MESTA”, “GIUAN COLA”, “ALLATTAMENTO” non che le altre non siano degne di nota, queste sono quelle che mi hanno colpito di più (semplicemente giudizio personalmente).

Proseguiamo la salita e attenzione, guardatevi attorno molto bene, perché non è detto che le statue siano collocate ai margini del sentiero, ma bensì anche al loro interno e se non siete curiosi e ottimi osservatori, probabile che qualche statua vi scappi, come “PREDA – PREDATORE” lui vi osserva, ma voi siete sicuri di vederlo?

Al termine della salita, giungiamo a un meraviglioso alpeggio, ALPE COMANA a 1.096 m. di altitudine, qui troviamo l’agriturismo “LA PRATOLINA” uno dei due punti d’appoggio lungo il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI per gustarsi un ottimo pranzo immersi completamente nella natura, nelle vicinanze c’è un piccolo laghetto e per la gioia dei bambini, mucche, capre, asinelli e galline che pascolano tranquillamente in questo meraviglioso alpeggio.

 

Dall’agriturismo proseguiamo il cammino lungo il sentiero verso il MONTE COMANA (1.210 m), attraversiamo il passaggio verso “L’INFINITO” e riprendiamo il sentiero per ammirare le altre statue.

Il sentiero dopo un breve tratto abbastanza pianeggiante, riprende a salire, siamo sempre all’interno di un magnifico bosco, colore dell’oro.

Giungiamo a un altro breve tratto di piano, prima di addentrarci di nuovo nel bosco, un piccolo stagno attira l’attenzione della piccola di casa. Con un bastone di legno trovato lungo il sentiero inizia a creare pozioni magiche!!!

A loro basta davvero poco per volare sulle ali della fantasia……

Terminato il gioco e bevuto la pozione magica.. ah..ah..ah..ah… stiamo per rimetterci in cammino, quando sentiamo il suono delle campanelle avvicinarsi e all’improvviso ecco spuntare un bel gruppo di caprette che corrono giù lungo il pendio erboso verso l’agriturismo.

E qua le nostre strade si divido, io salgo in vetta e Adelaide con papà vanno a salutare le caprette.

Rientro nel bosco e giungo a un bivio, dritto, si sale sul MONTE COMANA, al punto panoramico a destra si prosegue verso il ROCCOLO DEL MESSO sul SENTIERO DELLE ESPRESSIONI.

La salita al punto panoramico è breve e lassù la vista è qualcosa di indescrivibile, sotto i miei piedi il LAGO DI COMO e davanti a me l’arco alpino in tutto  il suo splendore, un’immagine di immensa bellezza.

In tutto questo splendore, prestate molta attenzione con i bambini, non ci sono parapetti o altro, il punto panoramico è esposto, quindi prudenza con i più piccoli.

 

Da quella visione paradisiaca, non si vorrebbe più staccare gli occhi, ma c’è chi mi sta aspettando, ritorno al bivio e proseguo il cammino, incrociando altre bellissime statue.

Recupero papà e bimba e ci fermiamo a giocare e riposare sopra i prati dell’agriturismo all’ALPE COMANA, ammirando il meraviglioso panorama sulla VALLE D’INTELVI.

La piccola inizia a sentire la stanchezza e allora la decisioni di non proseguire lungo il SENTIERO DELLE ESPRESSIONI, ma prendere la comoda mulattiera che ci riporta al punto di partenza

La strada che arriva proprio fronte agriturismo, è una piacevolissima camminata pianeggiante, qua incontriamo la prima neve della stagione e nel bosco ci divertiamo a lanciare in alto le foglie per creare una pioggia di foglie.

Giunti ai MONTI CARZOLA a 1058 m seguiamo le indicazioni per POSA, scendiamo lungo una ripida discesa, fino ad incrociare un altro bivio, a destra si ritorna all’ALPE NAVA e poi POSA percorrendo la strada dell’andata, noi invece abbiamo proseguito dritti e siamo giunti al punto i partenza del mattino.

 

Proseguendo l’itinerario del SENTIERO DELLE ESPRESSIONI si giunge al ROCCOLO DEL MESSO e si passa sotto le pendici del monte di BINATE, per proseguire fino alla Colma di Binate e ammirare l’ultima parte del percorso per poi arrivare al rifugio PRABELLO, secondo punto d’appoggio per gustare un ottimo pranzetto.

L’intero percorso richiede circa 3 ore con un dislivello di circa 370 m, ma la tempista poi è sempre soggettiva, si zaino porta bimbo, no passeggino da trekking. 

Ora vi lascio il link alla pagina IG dell’agriturismo la Pratolina che aggiornano sempre in vista dei weekend proponendo i loro menù (vistiate le loro storie): https://www.instagram.com/agriturismo_la_pratolina/?hl=it

E visto che si sta avvicinando l’inverno di seguito il nostro racconto al RIFUGIO PRABELLO in versione invernale: http://liberiinnatura.it/2021/01/02/trekking-invernale-in-val-dintelvi-al-rifugio-prabello-con-i-bambini/

Io lascio in sospeso questo itinerario nella speranza di compiere l’intero itinerario e potervi raccontare la parte mancante.

Ora invito voi a percorrerlo e a conoscere un angolo di questa valle, posta sopra il lago di Como, che ogni volta ci ruba il cuore per la sua bellezza.

A presto.

Chiara – Liberiinnatura

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *