TREKKING CON I BAMBINI AL BAITEL DAL MOTON DA L'AL - LIVIGNO

TREKKING CON I BAMBINI AL BAITEL DAL MOTON DA L'AL - LIVIGNO

Quello che andrò a descrivervi in queste righe è il racconto di un nuovo itinerario vissuto nella meravigliosa LIVIGNO a piccoli passi, si proprio così, piccoli passi ma grandi scoperte. Un esperienza bellissima per la piccola di casa, in un contesto naturale davvero eccezionale.

Si sa, che i bambini con la compagnia degli amichetti o di altri bambini, camminano molto più volentieri, rispetto a quando sono soli con mamma e papà, per questo abbiamo deciso di far vivere un’esperienza diversa dal solito ad ADELAIDE, basata sempre sul TREKKING, ma che unisce la scoperta e la conoscenza, insieme a nuove amicizie e tante risate.

Insieme a MELISSA di @babywearing_trekking_livigno (profilo Instagram), “GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA” siamo andati alla scoperta BAITEL DAL MOTON DA L’AL soprannominato anche  “Baitel da li Fema“, perché un gruppo di donne livignasche si è presa in carico il recupero e la manutenzione di questo bivacco.

Prima di procedere lungo il cammino vi presento MELISSA, guida ambientale escursionistica, mamma di due splendidi bambini. Grandi sorrisi, tanta gentilezza e simpatia, ma soprattutto tanta voglia di raccontare e far vivere la montagna ai bambini in modo divertente e curioso, ogni settimana propone diverse attività nel territorio di Livigno, volte a scoprire la flora e la fauna, oltre ai bellissimi panorami che si possono godere dalle cime che circondano il paese.

Sapendo l’entusiasmo che la piccola di casa avrebbe avuto vivendo questa esperienza, abbiamo deciso di partecipare a un suo trekking chiamato “IL GIARDINO SEGRETO” un’entusiasmante attività, con il fine di far conoscere ai bambini le varie forme di fiore presenti in natura (a capolino, a grappolo, a ombrello, a pannocchia) e riconoscerli lungo il cammino.

I piccoli esploratori, dopo aver ascoltato attentamente le spiegazioni di MELISSA, hanno iniziato la ricerca delle diverse tipologie di fiore, catalogandoli su di una tavolozza fornita alla partenza, l’attività si è rivelata davvero divertente e istruttiva, anche per noi genitori.

Ma non è tutto, Melissa, ha fatto scoprire ai piccoli partecipanti, due piante aromatiche, ben diffuse in montagna, il TIMO SELVATICO e la LIVIA (quest’ultima non la conoscevo), spiegando le proprietà e i benefici. I bambini si sono divertiti a riconoscerle e raccoglierle.

…CATALOGAZIONE DEI FIORI…

Oltre alla scoperta c’è anche il trekking, una bellissima camminata verso la VALLE DELLE MINE, una delle valli più suggestive, assolutamente da non perdere se vi trovate a LIVIGNO.

Partiti dal “P6” parcheggio posto di fronte all’agriturismo TRESENDA (direzione passo della Forcola), abbiamo percorso la strada asfaltata, passando proprio a fianco della stessa. Seguiamo la strada fino a fare una svolta a sinistra, passiamo sopra il ponticello e la carrozzabile diventa sterrata, con il divieto di transito per i non autorizzati.  Seguiamo la segnaletica N° 119 verso Cheśéira da Li Mína (2.140 m).

Dopo le prime spiegazioni di MELISSA rivolte ai bambini, ci mettiamo in cammino lungo la comoda mulattiera all’ombra di un bellissimo bosco di LARICI, il percorso procede subito in salita, la strada è ampia, incontriamo alcuni cavalli al pascolo, dopo aver superato 3 tornanti sempre in salita ci troviamo ad affrontare forse il tratto con la maggior pendenza, ma tra una chiacchera e l’altra, tra le risate dei bambini, quasi non si percepisce la fatica. Prestate attenzione la strada è percorsa da molte biciclette.

Terminata la salita, la valle si apre e lo scenario che vi si presenterà davanti agli occhi sarà davvero straordinario, la VALLE DELLE MINE come accennato prima, è una delle più belle valli da scoprire in quel di Livigno.

 

Ora che la valle si è mostrata ai nostri occhi, è tempo di mettere in pratica le spiegazioni ricevute da MELISSA, vediamo se i bambini sono stati attenti.

Lungo la strada mulattiera, ai bordi, i prati sono ricchissimi di molteplici fioriture, i bambini si sono cimentati in una vera caccia al tesoro, o meglio dire la caccia al fiore, aiutandosi a vicenda e donando il fiore a chi ancora non l’aveva trovato, una grandissima forma di rispetto e gentilezza tra i bambini, che poco alla volta vincendo la timidezza hanno stretto le prime amicizie, complice anche le attività di MELISSA, che hanno fatto sciogliere il ghiaccio.

Terminata la ricerca e sistemata la nostra tavolozza, continua la scoperta con la conoscenza del TIMO e della LIVIA, piante dai molteplici benefici e dopo aver  raccolto questi ultimi fiori, foto di gruppo e si riparte, la nostra meta non è ancora stata raggiunta.

 

Raggiugiamo la Cheśéira da Li Mína 2140 m, dove troviamo alcune baite, nei pascoli adiacenti le mucche intente a brucare l’erba, troviamo una bellissima fontana il legno con scolpito il nome “LIVIGNO”.

La strada prosegue fino a raggiungere L’ALPE MINE, però per noi la strada termina qui ed ora imbocchiamo il sentiero n° 121 che procede in salita costante fino al raggiungimento del “Baitel dal Moton da l’Al” il sentiero taglia in diagonale la montagna abbastanza largo da poter camminare mano nella mano con un bambino.

La salita non presenta grandi difficoltà, posso azzardare che non è neanche troppo ripida, prestare attenzione solo all’attraversamento di un canale di scarico, che si rivela il tratto più esposto, per il resto i piccoli esploratori si sono comportati benissimo senza lamentarsi.

Ormai siamo in prossimità della nostra meta, l’ultima salita finale e girato l’angolo eccolo li il Baitel dal Moton da l’Al, a 2.305 m,  proseguiamo per un brevissimo tratto in piano fino a raggiungere il bivacco o meglio dire la baita.

 

Che dire, se non  QUASSU’ E’ TUTTO SEMPLICEMENTE FANTASTICO, la vista è davvero straordinaria, i prati sono un tripudio di colori, la BAITA, straordinariamente bella, con un bellissimo tavolo in legno all’esterno per i pic nic, non può assolutamente mancare la fontana in legno con l’acqua bella fresca, in questa semplicità, abbiamo tutto, un luogo incantevole, un bellissimo tavolo dove condividere il pranzo, i prati in fiore per giocare, l’acqua fresca per dissetarci e il sorriso e le risate dei bambini felici di aver conquistato la meta, tutto questo può essere chiamato perfezione????

Il Baitel, è davvero molto bello, al suo interno trovate una piccola cucina, un tavolo e delle panchine e l’occorrente per poter cucinare o addirittura passare la notte.

 

Terminato il pranzo, i bambini hanno potuto giocare liberamente, ovviamente l’attrazione maggiore è stata la fontana, l’acqua è sempre una calamita per loro.

Ma le attività non sono ancora finite, MELISSA, dal suo zaino, recupera pennarelli e una bella scheda da colorare e disegnare dedicata al fiore, un’ultima attività prima di riprendere la via del ritorno.

E alla fine come sempre giunge l’ora di riprendere la via del ritorno, a malincuore i bambini salutano questo piccolo angolo di paradiso che gli ha accolti, regalandogli una bellissima esperienza grazie a MELISSA e grazie alla natura, che oggi si è resa partecipe di questa bellissima escursione organizzata da MELISSA di babywearing_trekking_livigno. 

Il ritorno è avvenuto su medesimo tracciato dell’andata, la distanza circa 4 km per un dislivello di poco più di 400 m, noi con un gruppo di bambini che partiva dai 3 anni a circa 7 anni ci abbiamo impiegato 2.30 h comprese le soste.

Di buon passo 1.15 h/ 1.30 h si arriva tranquillamente.

Se vi trovate a Livigno con bambini, vi consiglio vivamente un escursione con MELISSA, i bambini saranno davvero felici e torneranno arricchiti da questa bellissima esperienza.

Gli itinerari proposti settimanalmente li trovate sulla pagina INSTAGRAM di MELISSA: @babywearing_trekking_livigno.

A me a lasciato già qualche dritta su future gite quando torneremo nella magica LIVIGNO, tutto segnato nel mio quaderno degli appunti.

Ora non mi resta che dire GRAZIE DI CUORE MELISSA, per questa splendida avventura, perché ADELAIDE ha potuto vivere una bellissima giornata con altri bambini, nuove amicizie sono nate e speriamo di poterli rincontrare lungo i sentieri di Livigno e noi genitori come sempre stupiti dalla bellezza di questa valle!!! Sempre più innamorati di LIVIGNO!!!!

A presto.

Chiara _ Liberiinnatura

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *