TREKKING CON I BAMBINI AL RIFUGIO BUZZONI (VALSASSINA)

TREKKING CON I BAMBINI AL RIFUGIO BUZZONI (VALSASSINA)

Eccoci pronti a raccontarvi un’altra super esperienza appena trascorsa, l’estate è ormai iniziata e noi siamo già belle cariche, con alle spalle già bellissime esperienze e si spera che da qua in avanti sia un susseguirsi di meravigliosi trekking, alla scoperta delle bellezze delle nostre montagne.

Il trekking che andrò a raccontarvi  oggi è davvero molto semplice e alla portata di tutti.

Ci troviamo tra le montagne della VALSASSINA e la nostra gita di oggi parte dall’abitato di Barzio, precisamente dall’impianto di risalita dei PIANI DI BOBBIO, per raggiungere il RIFUGIO BUZZONI a 1.590 m. 

Prima di iniziare a raccontarvi la nostra esperienza vi lascio alcuni dettagli tecnici per l’organizzazione della gita:

  • Noi abbiamo preso l’impianto di risalita per raggiungere i PIANI DI BOBBIO a 1.644 m.
  • I costi: parcheggio 4,00 € tariffa fissa, se avete il telepass posizionatevi sulla corsia indicata con le strisce gialle, il dispositivo leggerà il telepass e la sbarra si aprirà in automatico senza il ritiro del biglietto, in caso contrario ritirate il biglietto per il pagamento del parcheggio.
  • Costo del biglietto dell’impianto di risalita: 13 € A/R adulto – 5 € (bambino 0 – 5 anni) – 8€ (ridotto 6 – 12 anni), di seguito il link per sapere i giorni e gli orari di apertura: http://www.pianidibobbio.com/it/prezzi-orari/barzio-piani-di-bobbio
  • Il percorso nel tratto iniziale è esposto al sole, quindi vi ricordo crema solare, cappellino, soprattutto per i bambini e scorte d’acqua, perché lungo il percorso non la troverete.
  • Vi ricordo calzature adeguate per la camminata che si andrà a percorrere.
  • Tempo di percorrenza dall’arrivo dell’impianto al RIFUGIO BUZZONI, tempistica ufficiale 1 ora/ 1.10 minuti, noi abbiamo impiegato 1.30 minuti, dislivello minimo.
  • Al rifugio per pranzare serve la prenotazione (cell. 3485827975), il servizio inizia alle 11.30 di seguito il link per avere maggiori informazioni: http://rifugiobuzzoni.it/

 

Dopo questa parentesi tecnica, iniziamo a raccontarvi la nostra giornata super speciale.

Arriviamo a Barzio alle 8.30, parcheggiamo, nel mentre che mi preparo e sistemo gli zaini faccio fare colazione alla piccola, calzati gli scarponcini da montagna, siamo pronte per partire.

Acquisto i biglietti in biglietteria (potete acquistarli anche presso le casse automatiche nei pressi della biglietteria, oppure on-line) e prendiamo la cabinovia che da Barzio ci porta ai PIANI DI BOBBIO.

Una volta giunti a monte, andiamo subito ad esplorare la nuova zona attrezzata per l’estate con due bellissime novità che renderanno felici i vostri bambini, che si trova proprio a fianco dell’arrivo della cabinovia, in un bellissimo prato.

Oltre a trovare un area attrezzata per i pic-nic con tavoli e panche ben distanziati tra loro, sdraio in legno per prendere il sole, con vista fantastica sul massiccio delle Grigne, ma la novità è dedica ai piccoli esploratori, oltre al piacere della scoperta, ora possono trovare un’area attrezzata per il divertimento.

E’ stata installata una bellissima pista di biglie interamente in legno e una pista per discese pazze con i gommoni gonfiabili.

Adelaide, è letteralmente impazzita per la pista di biglie e ammetto anche io l’ho trovata davvero sorprendente. L’unica cosa che dovrete acquistare al costo di 2€ sarà la pallina in legno firmata “BOBBIO” è sarà vostra per sempre, un ricordo prezioso da conservare per la prossima occasione. Il distributore automatico lo trovate alla partenza dei gommoni gonfiabili.

Inutile che vi dica quanti giri ha fatto quella pallina, alle 9.00 del mattino eravamo sono noi due, quindi su e giù, su e giù, come sempre poi sono i loro sorrisi la più grande soddisfazione. I gommoni non erano ancora in funzione, quindi li abbiamo lasciati come ricompensa dopo la camminata.

 

Dopo mille trattative e patti….ah..ah..ah..ah…”ancora un lancio mamma”, nel frattempo la pallina ha girato per 3, 4, 5…ecc..ecc..ecc!!! Riusciamo a metterci in marcia. Risaliamo per prendere la strada cementata, che procede in salita.

Questa salita con la neve è ancora ben viva nei miei ricordi, i Piani di Bobbio, li ho sempre frequentati fin da piccola, molto spesso il sabato e la domenica mi ritrovavo qua per disputare le gare di sci e questa salita affrontata con in spalla due paia di sci mi faceva morire!!! Chiudo la parentesi storica e procedo con il racconto!

Superiamo il rifugio Ratti Cassin alla nostra destra e procediamo in salita fino a giungere in prossimità di un bivio in zona centro del fondo, qua termina la cementata e inizia la strada sterrata.

Da qui si diramano una rete di sentieri, il nostro è il 101 direzione RIFUGIO BUZZONI (una freccia rossa e bianca indicante 55 minuti, ci dice di svoltare a sinistra) e camminiamo comodamente lungo la carrozzabile sterrata, circondata da meravigliosi prati in fiore.

Poco più avanti, troviamo un cartello indicante “SENTIERO DELLE OROBIE OCCIDENTALI” e l’indicazione per il RIFUGIO BUZZONI, abbandoniamo la strada e ci incamminiamo lungo il comodo sentiero che passa tra i prati costeggiando sempre la strada e poco più avanti inizia a salire dolcemente, nel frattempo ci fermiamo per qualche scatto e per ammirare la bellezza dei fiori di montagna. Abbiamo trovato un tappeto di genzianelle, mai viste così tante tutte assieme e quante altre qualità di fiore abbiamo ammirato.

 

 

Abbandoniamo, i prati in fiore, per addentrarci all’interno del bosco,  il percorso proseguirà per buona parte all’ombra, lungo un comodo sentiero, ben battuto che prosegue lineare, alternandosi a tratti in piano e brevi sali/scendi.

Attraversiamo un altro bellissimo prato che taglia la pista che porta in VALTORTA e un tratto franoso (sentiero sempre ben tenuto) ma fate attenzione con i bimbi alla pietraia ai bordi. Giungiamo al PASSO GANDAZZO a 1.651 m slm. Qua il sentiero prosegue verso il passo del Toro e il rifugio Grassi, noi invece prendiamo il sentiero alla nostra sinistra in discesa, da qui in 10 minuti saremo arrivate al rifugio.

 

Ed eccoci alla meta, dopo 1.30 minuti di cammino, ecco il RIFUGIO BUZZONI comparire da dietro la fitta vegetazione.

Il rifugio si trova su di un balcone naturale a 1.590 m all’ALPE MOTA nel comune di Introbio, con una vista meravigliosa sul massiccio della Grigna. Ha una bellissima veranda esterna dove mangiare comodamente e nella parte sottostante un bellissimo prato dove concedersi un po’ di riposo. Il personale del rifugio molto cortese e gentile, il servizio veloce e la cucina davvero squisita con porzioni abbondanti.

Dopo aver assaporato l’ottimo pranzo, io e la piccola di casa ci spostiamo nel prato sottostante per giocare un po’ e per immortalare questi momenti di felicità che custodirò sempre nel mio cuore.

Ed ora, bisogna mantenere la parola data, riprendiamo la via del ritorno lungo il medesimo tracciato dell’andata, il primo tratto dal rifugio al passo Gandazzo tenete presente che sarà in salita.

Avanti tutta direzione gommoni, chissà come mai il ritorno è stato più veloce!!!!

Eccoci alla partenza, ogni corsa costa 1 €, alla fine della pista c’è il nastro che riporterà su i piccoli avventurieri e i genitori che si cimentano in discese pazze!!! Nel caso servisse aiuto gli assistenti sono sempre a disposizione. La mia piccola è stata aiutata a salire sul nastro perché da sola non riusciva a tirare il gommone e risalire, quindi personale davvero ottimo e presente.

Che dire, come finire la giornata nei migliore dei modi!

Ora vi lascio tutte le foto scattate nell’arco della giornata e spero di avervi dato una bella idea per trascorrere una bellissima giornata sulle montagne della Valsassina.

A presto.

Chiara – Liberiinatura

navigate_before
navigate_next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *