CON I BAMBINI SUI SENTIERI COLORATI DI COLERE

CON I BAMBINI SUI SENTIERI COLORATI DI COLERE

Avete mai immaginato di abbinare un colore ad un sentiero? C’è chi l’ha immaginato e poi creato, o meglio dire “ha dato nuova vita” a qualcosa che si stava perdendo. Ci troviamo a COLERE in VAL DI SCALVE, in provincia di Bergamo, nel paese dei “SENTIERI COLORATI“. Ma cosa sono questi sentieri colorati?

I sentieri colorati sono lo straordinario risultato di un lavoro di riqualificazione ad opera del GRUPPO ALPINI DI COLERE, che con determinazione e passione hanno fatto si che questi sentieri, da uno stato di abbandono, potessero tornare ai loro antichi splendori. Sentieri considerati ormai secondari e poco frequentati, ora sono i protagonisti di molte escursioni di appassionati di montagna e anche delle nostre gite alla scoperta di itinerari per bambini in VAL DI SCALVE.

I SENTIERI COLORATI SONO 6 (ROSSO, GIALLO, BLU, AZZURRO, VERDE, ARANCIO), di varia lunghezza e gradi di difficoltà differenti.

Lungo il percorso sono stati posizionati appositi pali di legno, la cui estremità è stata dipinta con il colore che contraddistingue il sentiero.

Ognuno di questi, vi porterà a conoscere angoli nascosti in mezzo alla natura, si potrà ammirare il paese di Colere e la sua Regina “la PRESOLANA” da diversi punti di vista. Da un balcone naturale a picco sul paese o comodamente seduti su di un prato fiorito.

Il lavoro svolto da questi volontari si potrebbe riassumere in una semplice frase ma che rispecchia una grande verità: “QUANDO UOMINI E MONTAGNE SI INCONTRANO, GRANDI COSE ACCADONO” (cit.: WILLIAM BLAKE). 

Ed ora l’unica cosa che rimane da fare è metterci in cammino e iniziare una nuova avventura sui SENTIERI COLORATI. Noi siamo pronti e carichi, e voi siete curiosi di scoprirli? Allora iniziamo subito a conoscere I SENTIERI COLORATI DI COLERE.

 ROSSO: IL SENTIERO DELLE STRINADE

Il primo sentiero che abbiamo deciso di percorrere è contraddistinto dal colore ROSSO, la scelta è stata fatta tenendo in considerazione alcuni fattori fondamentali: il primo su tutti, la “FACILITA’” del percorso, che si adatta benissimo alle esigenze dei PICCOLI ESPLORATORI. Un altro fattore molto importante è l’esposizione del sentiero al sole, i suoi raggi caldi vi scalderanno lungo il cammino in queste prime timide giornate di primavera. Lungo il percorso non mancano bellissimi prati dove sostare per una merenda e come sempre la natura offre innumerevoli fonti di ispirazioni per i bambini, che si divertiranno a inventare tantissimi giochi, che noi adulti ormai non siamo più in grado di immaginare.

Di seguito alcuni dati tecnici visibili sul sito del GRUPPO ALPINI DI COLERE:

  • LUNGHEZZA DEL PERCORSO: 3,6O km
  • DISLIVELLO: 180 m
  • PERIODO: il sentiero è percorribile tutto l’anno (in inverno percorribile con ramponi e/o ciaspole)
  • ATTREZZATURA: scarponi da trekking, zaino porta bimbo (NO PASSEGGINO DA TREKKING)
  • TEMPO: soggettivo, il giro completo di buon passo in 1 ora lo si compie, con i bambini almeno un paio d’ore comprese pause gioco e merenda.
  • ACQUA LUNGO IL PERCORSO: fontana nella contrada di MAGNONE

 

 

Il punto di partenza del SENTIERO ROSSO è fissato in località CARBONERA (contrada di COLERE) a 1.048 m, poco sopra la partenza degli impianti di sci (seggiovia). E’ possibile lasciare l’autovettura parcheggiata presso il parcheggio degli impianti di risalita (parcheggio gratuito su due livelli). Dal parcheggio superiore, ci incamminiamo lungo una brevissima salita che costeggia l’impianto alla nostra destra, poco sopra sempre sulla destra troviamo il cartello di legno con raffigurata la sagoma del sentiero che andremo a percorrere.

Iniziamo subito il cammino su una ripida strada mulattiera cementata, così da scaldare subito i muscoli, non fatevi spaventare o scoraggiare subito dalla salita, perché è l’unica impegnativa che incontrerete lungo tutto il percorso e poi perché il tratto è breve.

Superato il tratto ripido iniziale, il percorso si snoda all’interno del bosco su una comoda e ampia mulattiera pianeggiante. In primavera sarà possibile ammirare straordinarie fioriture di ERBA TRINITA’, che con il loro colore violetto rallegrano il sottobosco ancora dormiente. Al termine della comoda mulattiera giungiamo ad uno spiazzo che funge da BELVEDERE sull’abitato di COLERE e sulla PRESOLANA. E’ stata posizionata anche una panchina dove poter ammirare il panorama comodamente seduti. Qua il sentiero ROSSO si collega al sentiero GIALLO (quello della COSTA) e fino alla contrada di Magnone il sentiero è condiviso da entrambi i colori.

…IL CARTELLO CHE INDICA IL PUNTO DI PARTENZA…

…LA COMODA MULATTIERA…

…ERBA TRINITA’…

…BELVEDERE…

…PRESOLANA E L’ABITATO DI COLERE…

Dopo aver ammirato il panorama, riprendiamo il cammino, ancora su strada mulattiera, ma questa volta su di una ripida discesa cementata. Al termine giungiamo il località ZURZI’ (CASCINA ZURZI’), da qua proseguiamo prendendo il sentiero che taglia la costa alla nostra sinistra verso la contrada MAGNONE (15 minuti), da qui in poi la mulattiera lascia posto al sentiero.

Si costeggia un bellissimo prato, con una vista spettacolare sul PIZZO CAMINO (di fronte a noi), superiamo la pozza dei gerini, che è sempre fonte di grande curiosità per i bambini e proseguiamo il cammino fino a giungere a MAGNONE.

Da qui si ha una bellissima vista sull’intera VAL DI SCALVE  e sulla PRESOLANA. Trovate anche una fontana sulla strada dove potervi dissetare e recuperare le scorte d’acqua.

Da quest’ultima contrada ritorniamo sui nostri passi a ritroso fino a giungere nuovamente alla CASCINA ZURZI’, dove questa volta prendiamo il sentiero basso, che costeggia la cascina e ci inoltriamo nuovamente nel bosco.

…CAMMINANDO LUNGO IL SENTIERO VERSO LA CONTRADA MAGNONE…

 

Dopo aver superato la CASCINA ZURZI’, camminando comodamente all’interno del bosco, in breve tempo raggiungiamo un’altra bellissima cascina “CASCINA DEL RE“. Qua seduti sul prato ammiriamo il panorama, intanto qualcuno si diverte a esplorare il bosco alle nostre spalle. Anche qua troviamo stupende fioriture lungo i pendii erbosi, la primavera si è messa in cammino con i suoi colori e profumi sta risvegliando la natura ancora dormiente.

 

Ed ora non ci resta che proseguire lungo il sentiero per compiere il tratto finale e giungere nuovamente al punto di partenza.

Il sentiero termina proprio al piazzale dei parcheggi dove sorgono gli impianti di risalita.

Un itinerario molto semplice e poco impegnativo, ma che vi saprà rigenerare dalle fatiche della settimana grazie al contatto con la natura, con i suoi colori, i suoi profumi, i suoi silenzi, da percorrere con molta calma, fermandosi ad ammirare panorami meravigliosi che si celano passo dopo passo.

C’E’ UN LIBRO SEMPRE APERTO PER TUTTI GLI OCCHI: LA NATURA (cit. JEAN-JACQUES ROUSSEAU)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *