TREKKING INVERNALI: BAITA CASSINELLI, AI PIEDI DELLA PRESOLANA CON I BAMBINI

TREKKING INVERNALI: BAITA CASSINELLI, AI PIEDI DELLA PRESOLANA CON I BAMBINI

Per chi conosce e frequenta la PRESOLANA, la BAITA CASSINELLI è un vero punto di riferimento, penso, che tutti noi affezionati di questo luogo, abbiamo lasciato lassù un pezzo del nostro cuore. Per chi invece ancora non conosce questo piccolo angolo di paradiso, custodito sotto lo sguardo vigile della PRESOLANA,  al termine della VAL SERIANA, sono lieta di presentarvelo.

Ho una grandissima ammirazione per questo luogo dal fascino inalterato, tanto da ritenerlo uno dei migliori itinerari presenti in VAL SERIANA. 

Forse sto esagerando? Penso proprio di no, ora vi spiego i motivi:

  • ITINERARIO SEMPLICE
  • VISTA MOZZAFIATO SULLA REGINA DELLE OROBIE
  • CUCINA DELIZIOSA

Per chi conosce il luogo, certo mi capirà.

Come vi dicevo, l’itinerario è semplice e se avete buona gamba e i bimbi sono abituati a camminare la tempistica non è lunga 45 minuti di cammino, direi che non è male, per poi ritrovarsi in un piccolo paradiso. Il discorso cambia e avete bimbi piccoli che iniziano a prendere dimestichezza sui sentieri di montagna, soprattutto con il manto nevoso, i tempi si allungano e non di poco, calcolate almeno una mezzora abbondante, forse anche un’ora.

Il sentiero n. 315 per i CASSINELLI, parte dal PASSO DELLA PRESOLANA (1.297 m slm), a fianco della casa per ferie Neve, proprio di fronte trovate un grande parcheggio sterrato libero, dove lasciare la vostra autovettura e un negozio di articoli sportivi dove poter noleggiare in caso ne siate sprovvisti, di ciaspole e bob: http://https://www.presolanaskiebike.it/

Ci mettiamo in cammino, lungo l’unico tratto di strada che procede in salita, imbiancata dalla neve che è caduta nei giorni precedenti. Un cartello in legno alquanto innevato, indica la strada da prendere. Di fronte a noi la vista sulla panchina gigante in legno, obbligo tappa anche qua.

Al termine della prima salita, proseguiamo lungo una mulattiera in piano all’interno del bosco, per poi abbandonare definitivamente la strada e introdurci all’interno del bosco.

Il sentiero all’interno del bosco procede in salita diventando sempre più marcata, fino a superare un palo della corrente, da li il sentiero inizia a spianarsi e prosegue regolare tra falsipiani e leggere salite sempre all’interno del bosco.

La neve caduta nei giorni precedenti a reso l’ambiente tutto bianco, la luce che filtra all’interno del bosco, crea una luce stupenda riflessa sulla neve, sembra di essere all’interno di un mondo magico.

Lungo il percorso, circa a metà, troverete una panchina in legno, alquanto difficile sedersi in questo momento e una postazione sensoriale con sculture lignee zoomorfe. Tra la fine dell’estate e i primi giorni d’autunno del 2019, il sentiero è stato oggetto di modifica, rendendolo accessibile anche ai diversamente abili, alle persone soggette a cecità e ipovedenti.

Terminata la parte centrale del bosco, giungiamo all’ultima parte di tracciato. Abbandoniamo il bosco, la visuale si apre al massiccio della PRESOLANA e il sentiero riprende a salire dapprima dolcemente, poi più deciso, il sentiero sempre in salita più marcata rientra nel bosco per un breve tratto alla fine dello stesso, svoltiamo a destra e ci attende l’ultimo tratto ripido al di fuori del bosco, proseguiamo in salita e poco più sopra alla sinistra si stacca il sentiero che ci conduce ai piedi della BAITA CASSINELLI, fino a conquistare il NOSTRO PICCOLO ANGOLO DI PARADISO.

Giunti ai Cassinelli, a 1.568 m slm, davanti a noi si apre un bellissimo spettacolo sulle OROBIE, in primis tutta la maestosità di sua maestà LA REGINA, LA PRESOLANA. E la vista verso valle, sull’abitato di Bratto Dorga e sulle orobie. Ben visibile il Monte Pora.

Qua i bimbi possono divertirsi nella neve o a bobbare, proprio dietro i Cassinelli c’è un prato che d’estate è ritrovo di molte famiglie per bellissimi pic nic, d’inverno diventa un ottimo punto dove potersi divertire con il bob.

I Cassinelli sembra scontato dirlo, ma la cucina è davvero ottima, se le giornate sono favorevoli, consumare un ottimo pranzo nei tavoli esterni con la vista sulla Presolana è davvero rigenerante.

Nelle giornate terse, il sole vi accompagnerà per buona parte del tempo, per questo, è un ottimo itinerario per i bambini anche nei mesi invernali.

Ora l’unica cosa che resta da fare è riempire le pance, rilassarsi e ammirare il panorama, nel frattempo i bambini avranno il loro bel da fare con la neve.

La zona è davvero frequentata, chi come noi per raggiungere i Cassinelli, o chi per ridiscendere i pendii della Presolana con ciaspole o sci d’alpinismo, da qua infatti il sentiero prosegue verso il bivacco Città di Clusone, verso la Cappella Savina o alla Grotta dei Pagani.

In estate, quando ancora Adelaide non era nata, abbiamo compiuto un giro ad anello salendo alla Cappella Savina, su fino alla Grotta dei Pagani, per poi scendere al bivacco Città di Clusone e ritornare ai Cassinelli, paesaggio pazzesco, e una vista straordinaria, ma di certo va conquista il sentiero è tutto in salita fino a diventare ghiaione. La fatica vale tutta per conquistarsi quel paesaggio.

Come sempre siamo giunti al termine della giornata, che con bambini piccoli si aggira intorno alle 14/15, perché poi la stanchezza vince su tutto e iniziano i capricci.

La discesa dai Cassinelli può avvenire su due differenti tracciati, la prima ripercorrere il sentiero nel bosco percorso la mattina, o scendere dalla strada mulattiera proprio sotto il rifugio, per avere un’immagine più completa del territorio e del paesaggio, decidiamo di scendere dalla strada.

La discesa con il bob diventa molto, ma molto più diverte, comoda e veloce. La strada ha una bella pendenza, quindi il mio consiglio è di farla al ritorno, in quanto molto più lunga rispetto al bosco e vi troverete ad affrontare ripide salite che metteranno alla prova il vostro fiato, soprattutto con la neve.

Come accennato sopra la via del ritorno è prettamente in discesa, intervallati da alcuni tratti di piano, ma brevi.

Giungiamo fino al bivio, dove a destra si prosegue verso la BAITA CORNETTO se siete curiosi di scoprire com’è, vi lascio la nostra esperienza http://liberiinnatura.it/2020/08/27/trekking-con-i-bambini-alla-malga-cornetto-in-val-seriana/, noi invece svoltiamo a sinistra e proseguiamo per un lungo tratto in piano, lasciamo alle spalle il bosco e proseguiamo sempre su comoda mulattiera tra i prati innevati sotto la Presolana, ormai manca davvero poco, l’ultimo tratto e ci ricongiungiamo alla strada statale che sale al passo della Presolana, di fianco all’hotel Spampatti, da qua camminando a bordo strada, raggiungiamo in 5 minuti il parcheggio dove abbiamo posteggiato.

Il nostro itinerario si svolge in alta Val Seriana ai confini con la Val di Scalve, precisamente al Passo della Presolana, in provincia di Bergamo, la valle è facilmente raggiungibile dalle zone limitrofe di Milano e provincie vicine in circa 1.30/2 di auto, dipende molto anche dal traffico che si incontra lungo il tragitto.

Come detto in precedenza, l’itinerario non presenta grosse difficoltà, lungo il sentiero trovate la traccia da seguire, consigliato l’uso dei ramponcini, le ciaspole consigliate dai Cassinelli in su o per girare nella zona del rifugio, nel bosco seguendo la traccia si è camminato benissimo senza.

Indispensabile il bob, per il divertimento dei bambini, soprattutto in discesa, in salita mamma e papà si divertono un po’ meno, alcuni brevi tratti la nostra piccola li ha fatti, ma poi ha vinto la pigrizia.

Il dislivello è contenuto siamo intorno ai 270 m, circa 4 km. La tempistica ufficiale 45 minuti, un ora massimo di buon passo, con i bambini è tutta un’altra musica, se calcoliamo pause biscotto, pausa cioccolato ecc…ci abbiamo impiegato quasi 2 ore.

Trovare posto per pranzare ai Cassinelli nei festivi pre Covid era davvero un impresa almeno bisognava chiamare con due giorni d’anticipo, per farvi capire la richiesta. Ora ai tempi del Covid con la capacità ridotta, la prenotazione è d’obbligo.

I Cassinelli hanno un ampia sala al loro interno e una bellissima veranda esterna dove poter gustare un ottimo pranzo.

Di seguito vi lascio i link utili per organizzare la vostra gita:

Sito del Arpalombardia per capire la situazione valanghe:http://www.arpalombardia.it/Pages/Neve-Valanghe-Ghiacciai/Neve,-Valanghe-e-Ghiacciai.aspx

Sito della Baita Cassinelli o meglio Rifugio Carlo Medici ai Cassinelli: http://www.rifugiobaitacassinelli.it/it/

Sito della Val Seriana e Val di Scalve: http://www.valseriana.eu/

A presto….

Chiara – Liberiinnatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *