TREKKING CON I BAMBINI ALLA SCOPERTA DEL MONTE PORA

TREKKING CON I BAMBINI ALLA SCOPERTA DEL MONTE PORA

La nostra ricerca di aria fresca e pura, di prati verdi e di viste sconfinate, ci ha condotto in un luogo che sembra fatto apposta per le famiglie. I dolci pendii del MONTE PORA, sono la meta ideale per un escursione in famiglia, dove ad ogni passo, ad accompagnarvi sono i meravigliosi paesaggi che circondano questa montagna. La vista a 360° spazia dalla Val Seriana, alla Valle Camonica ed infine sulla Val di Scalve. Ben visibile il massiccio della PRESOLANA, le piste da sci di MONTECAMPIONE e con un minimo sforzo potrete ammirare il LAGO D’ISEO dall’alto.

Ma andiamo per ordine, visto le innumerevoli possibilità di trekking che il MONTE PORA offre.

Ci troviamo in Alta Val Seriana (BG) al confine con la Val Camonica (BS), precisamente in val Borlezza. Il Monte Pora è una montagna delle Prealpi Bergamasche, la sua altezza massima è di 1.880 m  (CIMA PORA). Presenta due facce, ben distinte, nel versante bergamasco (ovest) i pendii sono dolci e sono presenti gli impianti sciistici, nel versante bresciano il paesaggio si presenta ripido e impervio.

Dopo questa piccola presentazione, siamo pronti per partire alla scoperta del Monte Pora.

Il nostro trekking parte dalla Malga Alta di Pora a 1.489 m dove termina la strada carrozzabile (una sbarra vieta il passaggio ai mezzi). Parcheggiamo l’auto lungo la strada (parcheggio gratuito). Da qua ci incamminiamo lungo la pista da sci “IL VALZELLI“, le gambe sono subito messe alla prova, la ripida salita nel prato però è breve, infatti poco sopra troviamo alla nostra destra una stradina all’interno del bosco, che prosegue dolcemente, così da abbandonare definitivamente la pista da sci.

Già da qua si ha un ottima visuale sulla Val Seriana e sul massiccio della Presolana, se non coperto dalle nebbie (purtroppo in estate, molto spesso si nasconde alla vista dei turisti).

Al termine della stradina, giungiamo a un pianoro, alla nostra destra troviamo un impianto di risalita (sciovia Magnolini) e da qui diverse diramazioni per diversi itinerari, alla nostra sinistra partono i tracciati per raggiungere la Baita Termen, davanti a noi il tracciato per raggiungere il rifugio Pian de la Palù e alla nostra destra la strada che conduce al rifugio Magnolini. 

Visto che vogliamo percorrere un giro ad anello, noi prendiamo la strada alla nostra destra verso il rifugio Magnolini. Ci incamminiamo lungo la salita costeggiando la sciovia. Arriviamo ad uno scollino, da lontano intravediamo la sagoma del rifugio e proseguiamo lungo la discesa, per poi proseguire in piano fino al rifugio. I meravigliosi panorami la fanno da padrone.

Giunti in prossimità del rifugio a 1.656 m in località Pian de la Palù, decidiamo di proseguire il nostro cammino su fino al MONTE ALTO 1.723 m, quassù ci attende una vista spettacolare sul lago d’Iseo e sulla Val Camonica.

Procediamo in salita lungo i pendii erbosi, la salita non risulta mai troppo ripida e in circa 20 minuti ci conduce alla cima, per la gioia delle bimbe, ci supera un gruppetto di cavalli a passeggio.

Ed eccoci, il MONTE ALTO è stato conquistato a piccoli passi, la seconda cima per la piccola di casa.

Ammirare il paesaggio da quassù è davvero uno spettacolo, la vista spazia a 360°, sotto di noi la valle Camonica e il lago d’Iseo, alla nostra sinistra la vista spazia fino alle nevi perenni dell’Adamello. Alle spalle il massiccio della Presolana e le cime della Val di Scalve, per finire con la pianura padana in fondo. Lo spettacolo della natura è servito, accomodatevi sul prato e fate il pieno di panorami meravigliosi. Intanto le piccole montanare, si divertono a correre nel prato in completa libertà.

Da questo piccolo paradiso non si vorrebbe più andare via, ma il nostro cammino non finisce qui, dobbiamo andare a salutare le mucche al pascolo.

Riscendiamo lungo il sentiero dell’andata giungendo ancora presso il rifugio Magnolini, ma invece di prendere la strada dell’andata, prendiamo un sentiero che taglia i prati in diagonale avendo alle spalle il rifugio e proseguiamo il cammino lungo il pianoro, giungendo fino al rifugio Pian de la Palù (al momento risulta chiuso). Una bellissima sorpresa per le piccole camminatrici, oltre alle mucche al pascolo, proprio davanti al rifugio troviamo stupendi cavalli biondi al pascolo, in attesa di buona erba fresca e di qualche coccola da parte dei bambini.

Non potevamo scegliere posto migliore per il nostro pic-nic, oltre ai prati circostanti, fuori dal rifugio trovate tavoli e panche per i vostri pic-nic.

Terminato il pic-nic, dopo vari giochi e pappa ai cavalli, si riprende la via del ritorno, dal rifugio, prendiamo la strada alla nostra sinistra, che sale in salita per un breve tratto, salutando le mucche al pascolo. Al termine della salita proseguiamo sempre lungo la strada in piano, leggera discesa, fino a giungere al punto di stamattina “sciovia Magnolini” e da qui riprendiamo la strada percorsa la mattina, prima nel bosco e poi la discesa lungo la pista “IL VALZELLI” fino a giungere alla macchina.

Ed eccoci per alcuni dettagli per organizzare la vostra escursione:

  • Il monte Pora si trova in alta Val Seriana, facilmente raggiungibile seguendo le indicazioni per il passo della Presolana, dopo l’abitato di Dorga, poco più avanti troverete il bivio, girate a destra e proseguite lungo la strada, superando la località Colle Vareno e gli impianti del Monte Pora fino al termine della strada.
  • L’itinerario parte dalla Malga Alta di Pora a 1.489 m fino a giungere ai 1.723 m del Monte Alto per un dislivello di circa 234 m. Tempista: la somma dei tempi prendendola con molta calma sono 2 ore.
  • L’itinerario non presenta difficoltà ed è alla portata di tutti, per i bambini piccoli zaino portabimbo, posso azzardare che il tracciato può essere fatto anche con passeggino da trekking, ma tenete presente che sia all’inizio del percorso e la salita al Monte Alto avviene attraverso prati in pendenza.
  • Per chi desidera fare un bellissimo pic-nic, troverete bellissimi prati dove stendere la vostra coperta con panorami davvero eccezzionali, per chi preferisce, il rifugio Magnolini o la Baita Termen offrono gustosi piatti della tradizione bergamasca.

Ringrazio Elena di http://www.instagram.com/mammavventura85/ grande appassionata di montagna, che insieme alla sua famiglia ha condiviso con noi questa bellissima giornata, le piccole camminatrici si sono divertite, tenendosi compagnia e camminando insieme.

Ora vi lascio i link utili per organizzare la vostra gita:

http://it-it.facebook.com/presolanamontepora

http://www.rifugi.lombardia.it/bergamo/costa-volpino/rifugio-magnolini.html

http://www.valseriana.eu/

Vi lascio anche un paio di link sulle nostre escursioni in zona che vale la pena percorrere:

A presto

Chiara – LiberiInNatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *