PASSEGGIATE D'INVERNO:IL LAGO DELLE FATE CON I BAMBINI TRA NATURA E LEGGENDA

PASSEGGIATE D'INVERNO:IL LAGO DELLE FATE CON I BAMBINI TRA NATURA E LEGGENDA

Siete mai stati al Lago delle Fate? Noi ci siamo stati quest’anno per la prima volta, dopo averlo sentito nominare tante volte, finalmente siamo riusciti a vederlo con i nostri occhi. Il lago delle Fate 🧚‍♀️ è un bacino artificiale posto a 1.309 m s.l.m. in val Quarazza, valle laterale della valle Anzasca, la valle che conduce ai piedi del Monte Rosa.
La camminata per raggiungere il lago è davvero semplice e piacevole, risulta una meta perfetta dove portare i bambini a giocare sulla neve.

…Val Quarazza e il lago delle Fate…

Una leggenda aleggia intorno a questo lago, nelle vicinanze si trova la miniera di Guia, oggi museo aperto al pubblico, ma sembra che al suo interno ci lavorino ancora gli gnomi 👀👀 in cerca d’oro per poterlo consegnare alle fate 🧚‍♀️🧚‍♀️🧚‍♀️ del lago in cambio di marmellata di more e mirtilli, di qui sono assai golosi gli gnomi, l’oro viene usato dalle fate per ricamare i propri abiti e l’oro avanzato diventa polvere magica che serve alle fate per volare!!! Chissà se qualcuno li ha mai visti…di sicuro una divertente storia da raccontare ai bimbi mentre camminano!!!!

…Lago delle Fate…

Ma il nostro itinerario da dov’è partito? Il nostro trekking inizia da Macugnaga (frazione Pecetto), dal parcheggio degli impianti di risalita. Seguendo la strada che costeggia la pista di pattinaggio, abbiamo attraversato il ponte che sovrasta il fiume Anzasca, alla nostra destra e abbiamo preso la mulattiera innevata che costeggia il bosco seguendo le indicazioni per il lago delle fate circa 1.15 minuti, con un buon passo circa 1h si arriva. La camminata è davvero piacevole, in piano, alcuni tratti di leggera discesa all’interno del bosco, si superano alcune abitazioni fino a giungere ad Isella, dove si congiunge all’altro tracciato, diventando un’unica strada in direzione lago delle fate. Per chi volesse, si può iniziare il percorso direttamente da Isella.

Giunti all’abitato di Isella, ci congiungiamo alla mulattiera che parte da qua, svoltiamo leggermente a destra seguendo i cartelli e continuiamo a camminare comodamente in piano, lasciandoci alle spalle il paese di Isella, lungo il percorso incontriamo dei bellissimi cavalli liberi al pascolo.
A breve lasciamo il piano per affrontare l’unico tratto in salita di tutto il percorso, all’interno del bosco la mulattiera inizia a prendere quota e passo dopo passo affrontiamo la salita che ci porta a quota 1.300 m. dai 1.226 del paese di Isella. Per poi proseguire in piano fino in val Quarazza e al lago delle fate.

…LAGO DELLE FATE…

Ed eccoci giunti in un pomeriggio di fine gennaio sulle rive del lago delle fate, in val Quarazza. Ora ci fermiamo e osserviamo tutta la bellezza di questo luogo, davanti a noi il lago semi ghiacciato, in lontananza a chiudere la valle il ghiacciaio del Monte Rosa e tutto il bianco a fare da cornice.

…Val Quarazza…

Ma proseguendo la strada, dove ci porta il sentiero, a circa 20 minuti troviamo l’abitato di Crocette, detta anche “città morta” antico abitato di minatori che lavoravano nelle vicine miniere…ma questo ce lo segniamo per questa primavera insieme alle miniere di Guia….

E’ tempo di rimetterci in cammino, il sole piano piano, ci sta salutando e inizia a nascondersi dietro la montagna, noi salutiamo la val Quarazza, con la promessa di ritornarci in primavera/estate e riprendiamo la via del ritorno, sul medesimo tracciato dell’andata.

…Val Quarazza…

Ora vi lascio alcune informazioni utili:

Macugnaga è facilmente raggiungibile dalle provincie di Varese e Milano, grazie al collegamento autostradale, seguendo le indicazioni per Gravellona Toce  “A26” per poi proseguire lungo la statale del Sempione, prendere l’uscita Piedimulera e risalire l’intera valle Anzasca, fino ai piedi del Monte Rosa.

Isella invece si trova qualche km prima di raggiungere Macugnaga.

Se decidete di partire da Macugnaga il lago delle Fate sarà raggiungibile in circa 1/1.15 minuti di cammino, da Isella invece 35 minuti.

Al lago delle Fate troverete due punti ristoro, il Ristorante Alpino e il Ristorante Lanti, vi lascio i siti dove potrete trovare informazioni in merito al luogo e alle aperture degli stessi:

http://ristorante-alpino.webnode.it/

http://it-it.facebook.com/pages/category/Italian-Restaurant/Ristorante-alpino-625260204195189/

http://it-it.facebook.com/fausto.lanti.1

A presto e buone camminate Liberiinnatura……

navigate_before
navigate_next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *