RIFUGIO SAOSEO E LAGO SAOSEO, PEDALANDO CON I BAMBINI IN SVIZZERA

RIFUGIO SAOSEO E LAGO SAOSEO, PEDALANDO CON I BAMBINI IN SVIZZERA

 

Oggi sconfiniamo nella meravigliosa e vicina Svizzera, la nostra meta finale è Livigno, ma dato che adoriamo gli stupendi paesaggi svizzeri, quale occasione migliore per spezzare il viaggio e andare a scoprire qualcosa di mai visto prima.

La nostra tappa sarà il rifugio Saoseo e l’omonimo lago posto poco sopra il rifugio in una ricchissima vegetazione in val di Campo, valle laterale della Val Poschiavo, dalle foto trovate in internet il luogo merita davvero, per cui andiamo a scoprirlo insieme.

…RIFUGIO SAOSEO…

Ci troviamo in Val Poschiavo nel Canton Grigioni  che fa parte della Svizzera Italiana, salendo da Tirano in direzione passo del Bernina.

Seguiamo la strada che dalla località di Tirano ci conduce all’interno della Svizzera, superiamo il meraviglioso lago di Poschiavo e raggiungiamo la località Sfazù (25 km da Tirano) da dove parte il nostro tracciato. Sulla destra troverete un albergo/ristorante che porta lo stesso nome della località e poco più avanti sulla sinistra troverete un parcheggio sterrato dove parcheggiare (non a pagamento) in questo periodo (agosto) è difficile trovare posto se non si arriva al mattino presto, noi abbiamo trovato posto poco più sopra lungo la strada (delle piccole piazzole di sosta sterrate, anch’esse libere – parcheggio gratuito).

Scarichiamo le e-bike e ci prepariamo, pronti a pedalare. Ripercorriamo la strada a ritroso in discesa verso il ristorante dove parte la strada sterrata che ci condurrà al rifugio Saoseo. Svoltiamo a sinistra poco prima del ristorante e seguiamo le indicazioni per il rifugio e val di Campo, la strada sterrata parte subito in salita, all’interno del bosco, facciamo qualche tornate, lasciamo alle spalle il bosco e davanti a noi si apre un bellissimo paesaggio, sembra di essere stati catapultati nel cartone animato di Heidi.

…LA STRADA CHE CONDUCE AL RIFUGIO SAOSEO…

Proseguiamo lungo la strada che sale dolcemente, senza strappi, ammirando il panorama che ci circonda. La giornata è davvero bellissima, un cielo azzurro e un sole caldo ci fanno compagnia, in poco più di 20 minuti di pedalata, eccoci arrivati al rifugio Saoseo, posto in un bellissimo pianoro, con un bel ruscello che attraversa i prati. La nostra piccola non perde tempo e appena scesa dalla e-mtb, va di corsa verso l’altalena.

…L’ALTALENA PRESENTE AL RIFUGIO…

Per chi raggiunge il rifugio a piedi, può scegliere la strada sterrata, i tempi stimati che trovate sulle indicazioni dei cartelli sono 1.1/4, nel caso potete optare per il sentiero però non sappiamo darvi indicazioni perché non avendolo percorso non sappiamo com’è però la tempistica da 2 ore per raggiungere il rifugio. Inoltre potete optare per il servizio navetta che vi conduce al rifugio, di seguito il link http://www.saoseo.ch/it/come-raggiungerci

Questa è la nostra prima tappa della nostra escursione. Da qui parte il sentiero che in 15 minuti porta al meraviglioso lago Saoseo, non praticabile in bicicletta. Lasciamo le e-bike al rifugio e proseguiamo il cammino a piedi, il sentiero è sulla destra del rifugio e sale lasciandosi lo stesso alle spalle.

…IL SENTIERO CHE PARTE DAL RIFUGIO VERSO IL LAGO SAOSEO…

Il sentiero è un misto di radici e sassi, la nostra piccola ha camminato per un po, si intervallava tra le spalle di papà e qualche passo, noi ci abbiamo messo qualcosa in più di 15 minuti. Seguendo il sentiero, superato il rifugio, dopo circa 5 minuti di cammino raggiungerete un cartello indicante lago Saoseo, svoltate a destra risalite lungo il sentiero tra radici e sassi e poco sopra svoltate a sinistra e proseguite lungo il sentiero abbastanza pianeggiante.

…IL SENTIERO VERSO IL LAGO SAOSEO…

Qualche sali scendi ed eccoci giunti in prossimità del lago, attraversiamo il piccolo ponticello in legno e con stupore ammiriamo il meraviglioso lago Saoseo, si dice che sia uno dei laghi alpini più belli della Svizzera, non posso confermare questa affermazione, ma posso dire che è a dir poco stupendo, le sue acque verde smeraldo sono così trasparenti, da permettere di contare i fusti di larici contenuti nelle sue acque. La bellezza di questo lago lascia davvero a bocca aperta.

Troviamo il nostro angolino per fermarci a pranzare al sacco con vista lago. Nel frattempo qualcuna si diverte a far finta di pescare, peccato che nel frattempo il cielo si è annuvolato, purtroppo in estate la montagna è così, ma per fortuna ancora nessuna gocciolina di pioggia.

Davanti a noi le cime che fanno da sfondo al lago e si rifletto in esso: Corno di Campo con il Pizzo Paradisino, il Pizzo Val Nera, il Corno di Dosdé e la Cima di Soaseo. Invece alle nostre spalle è ben visibile il ghiacciaio del Bernina con la sua neve perenne.  Il lago si trova ad un altitudine di 2.028 m slm, è di origine glaciale.

Purtroppo come sempre, è giunta l’ora di salutare questa magnifica valle. Ripercorriamo il sentiero dell’andata e ritorniamo al rifugio per recuperare le e-bike e riprendiamo la via del ritorno, salutando questo luogo davvero meraviglioso e felici di aver scoperto uno smeraldo incastonato tra le alpi svizzere.

Alcuni dettagli per organizzare la vostra escursione:

Ci troviamo in Svizzera quindi ricordatevi carte d’identità.

Per raggiungere la località Sfazù, noi siamo saliti da Tirano (Valtellina), abbiamo passato il confine di stato direzione passo del Bernina. Da Tirano sono circa 25 km alla località Sfazù. Troverete un parcheggio sterrato (non a pagamento) dove posteggiare la vostra auto e la strada per raggiungere la val di Campo il rifugio e il lago Saoseo parte subito dopo l’omonimo ristorante/albergo, salendo lo troverete sulla strada alla vostra destra.

La partenza della strada sterrata è posta a 1.622m slm, il rifugio si trova a 1.987m slm e il lago a 2.028m slm per un dislivello di 400m.

Come anticipato prima, noi abbiamo seguito la strada sterrata che in e-bike ci vuole circa 20 minuti di pedalata pura, a piedi la cartellonistica segna 1.1/4 seguendo la strada sterrata, 2 ore seguendo il sentiero che si prende al termine del bosco, dove si apre la val di Campo (non so dirvi com’è il sentiero perché non l’abbiamo percorso). Utilizzando la strada sterrata è possibile utilizzare il passeggino da trekking, per raggiungere il lago invece no, assolutamente zaino porta bimbo. Dal rifugio al lago la tempistica è di 15 minuti, noi con la bimba ci abbiamo messo qualcosa in più in quanto in alcuni tratti ha camminato.

Vi lascio il link del rifugio dove potrete trovare tutte le informazioni del caso:

http://www.saoseo.ch/

A presto con nuove avventure liberiinnatura…….

navigate_before
navigate_next

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *